Addestramento del cavallo: Apprendimento

Addestramento del cavallo: Apprendimento

Aspetti generali

Come tutti gli animali anche il cavallo è dotato di meccanismi di apprendimento. Va detto che alcuni animali sono più addestrabili di altri; questo dipende molto dal loro grado di socievolezza e dalla componente istintuale. Nel caso del cavallo questi due elementi sono presenti in quanto animale sociale e in quanto selezionato dall’uomo nel corso di secoli che ha quindi influito molto nello scegliere animali più adatti alla convivenza con l’uomo stesso.

L’apprendimento del cavallo, come nell’uomo, è molto sviluppato nei primi anni di età, e tutti gli addestratori sanno che è quello il momento di addestrare l’animale. Il cavallo adulto può apprendere e apprende tranquillamente, ma il suo carattere è già formato e quindi sarà più difficile educarlo a determinati stimoli.

È molto importate insegnare, fin da subito, al cavallo a camminare piano e vicino all’uomo, riconoscere i rumori più comuni come quelli di moto e auto e non scappare, perché il primo istinto del cavallo è correre forte e lontano vista la sua velocità e potenza fisica.

Apprendimento ed esperienza

Il cavallo è un animale socievole e come tale è capace di imitazione: di apprendere un comportamento da altri.

Il cavallo impara dai propri errori, ma anche indirettamente da azioni svolte da altri cavalli.

Questo fenomeno è presente in tutti gli animali socievoli, così come negli uomini e avviene grazie ai neuroni specchio.

È bene quindi che il cavallo faccia quante più esperienze possibili e viva in mezzo ad altri cavalli ben educati; un cavallo non bene educato è un elemento di disturbo per il gruppo.